La negligenza spaziale unilaterale (o neglect)

Telemedicina
Telemedicina: “sentire” i pazienti a distanza
febbraio 19, 2018

La negligenza spaziale unilaterale (o neglect)

Neglect

Neglect: una sindrome neuropsicologica caratterizzata dall’incapacità di percepire oggetti collocati in un emicampo visivo solitamente controlaterale alla lesione

 

La Negligenza spaziale unilaterale, o Neglect, è definita come una sindrome caratterizzata da ridotta o assente consapevolezza degli stimoli presentati nello spazio controlesionale, che può essere temporaneo oppure cronico. Una persona affetta da Neglect è quindi incapace di riportare la presenza di stimoli visivi, somatosensoriali o uditivi nella parte dello spazio opposta rispetto all’emisfero colpito dal danno cerebrale (di natura traumatica o cerebrovascolare).

Solitamente, tale danno si manifesta nell’emisfero cerebrale destro, causando problemi nella percezione della parte sinistra dello spazio. Ad esempio, un paziente con tale deficit non è in grado di leggere la parte sinistra di un libro, di mangiare ciò che è a sinistra di un piatto, di radersi la parte sinistra del viso, ecc.

 

Le tipologie di Neglect

Il neglect può manifestarsi in più modalità congiunte o separate:

  • Neglect rappresentazionale: può essere riconosciuto chiedendo al paziente di rievocare e descrivere un’immagine in memoria, per esempio un luogo visitato. Il paziente, in questo caso, sarà in grado di descrivere unicamente la porzione di spazio a sinistra.
  • Neglect motorio: consiste nell’inabilità a compiere movimenti verso la parte negletta.
  • Neglect sensoriale: i pazienti ignorano il campo visivo o spaziale controlaterale alla lesione. Tale deficit è quello più visibile, dato che spesso il paziente non percepisce oggetti o persone alla sua sinistra.

 

La riabilitazione dei deficit del Neglect

Neurab ha realizzato un’applicazione di riabilitazione cognitiva su tablet per pazienti con deficit cognitivi acquisiti. Si tratta un software contenente esercizi mirati per riabilitare deficit specifici, puntando non solo ad un intervento di tipo restitutivo, ma anche di tipo compensativo.

neglect copia matriciNel caso specifico di questa sindrome neuropsicologica, il Neurotablet propone quattro esercizi specificamente progettati per spingere gradualmente il paziente ad esplorare l’emicampo negletto. Il primo di questi, Descrizione Figure, propone delle semplici immagini da riconoscere, dapprima soltanto nell’emicampo non negletto, e con il proseguire dei livelli, sempre più lateralizzate nella direzione opposta.
Segue poi Copia matrici, che mostra una figura composta di punti collegati da linee, e chiede al paziente di riprodurla identica. La simmetria, il numero di linee e la collocazione delle linee vengono gradualmente modulate per spingere il paziente a provare a ricordare e costruire la figura in tutti i suoi elementi costitutivi.

Neglect Percorsi segue più o meno lo stesso procedimento, ma invece di riprodurre figure, al paziente viene chiesto di ricostruire percorsi, più o meno lateralizzati a seconda del livello. Infine, Controllo/Inibizione propone un compito esecutivo da svolgersi su oggetti simmetrici posti al centro dello schermo, che con il crescere dei livelli vengono posti sempre più spesso nell’emicampo negletto.

Per avere maggiori informazioni sul Neurotablet, contattaci!